Un salto in città

Parkour tra le architteture urbane

Abbiamo iniziato con uno sport vicino a noi, in quanto molto praticato ad Ivrea da diversi nostri amici, il Parkour. Su YouTube si trovano milioni di video che vedono come soggetto questo sport, ma sono tutti molto simili e alle volte, per chi non conosce bene lo sport, noiosi. Il nostro obiettivo era quindi creare un video che combinasse la tecnica allo storytelling, in modo da attrarre un pubblico più ampio possibile, dai profani agli appassionati dello sport, quindi abbiamo miscelato le acrobazie degli atleti ad una trama molto semplice. Il nostro primo video è stato proprio questo: due tracciatori si trovano ad Ivrea in un parco per allenarsi, quando ad un tratto, un ragazzo in bicicletta gli ruba l’altoparlante che utilizzano per allenarsi. I due iniziano un inseguimento adrenalinico nella città finchè non raggiungono il ladro e recuperano la cassa bluetooth. Il video ha raggiunto dei risultati incredibili, diverse milioni di visualizzazioni in un paio d’anni e decine di migliaia di iscritti.

Parkour among urban achitectures

We started with a sport widely practiced in Ivrea by some of our friends, the parkour. On YouTube you can find tons of videos about this sport, but they are all so similar and, sometimes, who’s not familiar with Parkour can find them boring. So our purpose was to create a video which would combine technique to storytelling, mixing acrobatics with a very simple plot to attract a wider audience. Our first video was just like this: two traceurs meet at the park in Ivrea to work out but a guy with a bike steals them the loudspeaker they use to train. They start a thrilling chase through the city till they finally reach the thief and get back their loudspeaker. This video reached incredible results, several million views in a couple of years and tens of thousands of subscribers.

Parkour tra le architteture urbane

Abbiamo iniziato con uno sport vicino a noi, in quanto molto praticato ad Ivrea da diversi nostri amici, il Parkour. Su YouTube si trovano milioni di video che vedono come soggetto questo sport, ma sono tutti molto simili e alle volte, per chi non conosce bene lo sport, noiosi. Il nostro obiettivo era quindi creare un video che combinasse la tecnica allo storytelling, in modo da attrarre un pubblico più ampio possibile, dai profani agli appassionati dello sport, quindi abbiamo miscelato le acrobazie degli atleti ad una trama molto semplice. Il nostro primo video è stato proprio questo: due tracciatori si trovano ad Ivrea in un parco per allenarsi, quando ad un tratto, un ragazzo in bicicletta gli ruba l’altoparlante che utilizzano per allenarsi. I due iniziano un inseguimento adrenalinico nella città finchè non raggiungono il ladro e recuperano la cassa bluetooth. Il video ha raggiunto dei risultati incredibili, diverse milioni di visualizzazioni in un paio d’anni e decine di migliaia di iscritti.

Parkour among urban achitectures

We started with a sport widely practiced in Ivrea by some of our friends, the parkour. On YouTube you can find tons of videos about this sport, but they are all so similar and, sometimes, who’s not familiar with Parkour can find them boring. So our purpose was to create a video which would combine technique to storytelling, mixing acrobatics with a very simple plot to attract a wider audience. Our first video was just like this: two traceurs meet at the park in Ivrea to work out but a guy with a bike steals them the loudspeaker they use to train. They start a thrilling chase through the city till they finally reach the thief and get back their loudspeaker. This video reached incredible results, several million views in a couple of years and tens of thousands of subscribers.

Il nome prende ispirazione da un collettivo di fotografi fondato da Ansel Adams, grande fotografo paesaggista tra gli anni ‘20 e ‘50 del ‘900. F64 è un parametro della fotocamera che, per semplificare, ti permette di ottenere la migliore qualità d’immagine possibile. Ormai, nell’era del digitale, è impossibile trovare questo valore, che è variato ed è diventato F8.

We took inspiration from a photographers organization founded in 1932 by Ansel Adams (landscape photographer active between 1920 and 1950), the “F64”: F64 is a camera parameter that allows you to get the best possible image quality. In the digital age, this parameter is impossible to find, because it’s changed becoming the F8.

Con il nostro nome volevamo proprio esprimere questo concetto, la voglia costante di voler raggiungere la migliore qualità possibile sia a livello tecnico e fotografico, che di contenuti. Nell’ultimo periodo abbiamo iniziato ad avvicinarci al mondo del mountain biking e stiamo lavorando anche a produzioni incentrate su questo sport, in particolare alle discipline gravity quali il freeride ed il downhill. Spesso percorriamo i sentieri della zona, in particolare i Cinque Laghi, con le nostre bici, sia per svagarci che per cercare lo spot perfetto per un prossimo video.

With our name we wanted to express this concept, the constant desire to achieve the best possible quality both on technical and content levels. Lately, we got closer to the mountain biking world and we’re working on several productions focused on this sport, particularly on gravity disciplines as freeride and downhill. We often cover the trails in this area, like the Five Lakes, riding our bikes, to have fun but also to look for the perfect spor for our next video.

F8 Production nasce nel 2018 come collettivo di fotografi e videomakers che amano gli sport estremi e raccontare storie.

F8 Production is a group born in 2018 from photographers and video makers who love extreme sports and storytell.